Enter Our Daily Sweepstakes to Celebrate the Anniversary of SQL Server 2012!

Celebrate the Anniversary

, ,

Lascia un commento

SQL, MDX E DAX alla ricerca del RANK perduto.

Questa è la breve storia di tre signori di epoche diverse con la medesima esigenza, ritrovare il Rank perduto.
SQL è un signore di 38 anni nato in un laboratorio IBM, e possiede la grande dote di saper interrogare

MDX è il cugino di SQL, nasce nel 1997 ed era un Teenager con ottime prospettive, e una delle sue caratteristiche è quella di saper
manipolare

DAX è il più giovane dei tre non ha neanche 5 anni e deve ancora farsi le ossa, ma è dotato di grande memoria

Un giorno di Settembre SQL, MDX e DAX si trovano nel bel mezzo di una base di dati gigantesca piena di esseri strani chiamati bit.
C’erano bit di tutte le forme e di tutte le dimensioni che infastidivano i nostri amici.

SQL, il più esperto dei 3 disse:
Select
Bit, Forma, Grandezza
, RANK() OVER (PARTITION BY Forma ORDER BY Grandezza DESC) AS Rank
from GrandeBaseDati

ovvero

“dobbiamo assegnare un rango di grandezza per ogni forma. Solo in questo modo saremo in grado di difenderci !!!”.

L’idea era giusta ma la GrandeBaseDati non voleva cedere all’interrogazione del nostro SQL e dopo 3 ore ancora non si era avuta nessuna risposta.

Il giovane MDX decise di entrare in azione e disse:
WITH MEMBER [Measures].[Rank] AS
RANK([DIM_Forme].[Forma].CurrentMember, ORDER([DIM_Forme].[Forma].[Forma].MEMBERS, [Measures].[Grandezza], BDESC))
SELECT
[Measures].[Rank] ON 0
,[DIM_Forme].[Forma].[Forma].MEMBERS on 1
FROM [GrandeBasiDati]

“fatemi manipolare un po questa GrandeBaseDati, la mettiamo in un Cubo, gli facciamo fare un po’ di aggregazioni e vedrete che otterremo la risposta che ci serve!”

Anche in questo caso l’idea poteva avere successo ma il tempo passava inesorabile e le risposte non arrivavano.

L’infante DAX si fece avanti e disse:
Rank: = RANKX (ALLEXCEPT(Bit;Bit[Forma]);[Grandezza])

ovvero

“Non serve aspettare le risposte da questo mostro, lui non ce le darà mai, dobbiamo solo osservare e memorizzare, le risposte arriveranno da sole”.

SQL e MDX si guardarono perplessi ma dopo pochi secondi avevano tutto chiaro e vedevano tutte le forme dei bit in ordine di grandezza.
Riuscirono cosi a schivare quelle più grandi e quelle più insidiose e finalemente uscirono dalla GrandeBaseDati.

MORALE: puoi saper interrogare, puoi saper manipolare ma se non hai un briciolo di memoria non avrai mai tutte le risposte nel tempo necessario.

7 commenti

BISM – Business Intelligence Semantic Model

Giorni fa ho letto la presentazione di Tomislav Piasevoli, Business Intelligence Specialist per la BI Microsoft, tenuta durante una meeting in Croazia,

Ecco l’abstract della sessione in lingua italiana

La prossima versione di SQL Server offre diverse novità relative al Business Intelligence. Questa sessione sarà incentrata su uno di essi – il nuovo modello semantico all’interno di SQL Server Analysis Services (SSAS) noto come BISM. Abbiamo già avuto la possibilità di osservare il modello del Semantic Intelligence Business (BISM), all’interno di PowerPivot con il suo motore VertiPaq e calcoli DAX. La versione successiva di Analysis Services consentirà l’uso del modello BISM e in aggiunta al modello UDM già esistente. Cosa significa per chi implementa BI e che cosa significa per gli utenti finali?
La presentazione si concentrerà su BISM spiegare cosa è veramente e confrontarlo con l’UDM esistente.

In allegato il documento completo tradotto in lingua italiana e in lingua inglese

WinDays 11 – Business Intelligence Semantic Model – IT (Italia version)
WinDays 11 – Business Intelligence Semantic Model – EN (Italia version)

, , , , ,

1 Commento

Imparare DAX in pochi minuti

Per tutti coloro che si affacciano a PowerPivot o al modello tabulari dei progetti creati in strumenti di dati di SQL Server. Questo rapido e facile tutorial vi introduce su come utilizzare le espressioni DAX (Data Analysis) per risolvere una serie di dati di base di modellazione e problemi analitici.

Questo argomento include informazioni concettuali, una serie di attività che è possibile completare e alcuni quiz per verificare quello che hai imparato.
Dopo aver completato questo argomento, si dovrebbe avere una buona comprensione dei concetti fondamentali a DAX.

Learn DAX Basics in 30 Minutes

,

Lascia un commento

Demo di Power View

In questo blog si possono trovare diversi link per provare ad utilizzare Power View e un mini Tutorial !!

http://blogs.msdn.com/b/oneclickbi/archive/2011/12/27/more-demos-of-power-view-available.aspx

Lascia un commento

Power View sta arrivando….

Microsoft PowerView, precedentemente noto come Project Crescent è uno strumento di Business Intelligence, che sarà disponibile come parte di SQL Server 2012. Crescent è un progetto di esplorazione interattiva dei dati.
Può essere eseguito su diverse piattaforme come Windows, Windows Phones, iOS e Android.

Nel video qui sotto potete vedere la demo di PowerView in esecuzione su Windows Phones, iOS, Android e una migliore esperienza per Windows PC.

Gli utenti aziendali, come analisti, i decision makers, e information worker possono accedere a qualsiasi informazione on-the-go, senza alcun problema.

PowerView ha un altro aspetto innovativo, è possibile infatti esportare queste interazioni automaticamente in una presentazione PowerPoint !!

,

Lascia un commento

L’INTELLIGENCE È DOVUNQUE

La BI è utile anche in altre aree aziendali. È il caso di Poltrona Frau Group (PFG – http://www.poltronafraugroup.com), che unisce Poltrona Frau, Cassina e Cappellini, leader mondiali dell’arredamento di alta gamma, che realizzano prodotti diversi con logiche di gestione dei processi logistici-produttivi differenti. È evidente la complessità di analisi dei dati e confronto tra singolo brand e Gruppo. Roberto Boselli, Cio di PFG, ha scelto Altea (www.alteanet.it) come partner strategico cui affidare l’implementazione del sistema di BI per mettere a fattor comune le principali dimensioni di analisi per PFG. Particolare attenzione è stata rivolta agli Acquisti per migliorare e monitorare l’efficienza e quindi la marginalità. Elena Viganò, responsabile della piattaforma BI, ha accolto la sfida con l’obiettivo di ottenere una lettura unificata dei dati. L’ufficio Acquisti può oggi estrarre in tempo reale il costo di acquisto di ogni articolo a livello di Gruppo e confrontarlo sull’arco temporale: tutti gli item dei differenti brand sono stati associati a classi merceologiche comuni a PFG, sulla base delle quali viene calcolato il costo medio, ponderato in relazione alle effettive quantità di acquisto; il tutto anche via Web grazie a Microsoft SharePoint. «L’obiettivo 2012 del progetto BI – afferma Elena Viganò – consiste nel realizzare cruscotti di controllo di gestione complessi, a partire dai conti economici consolidati per arrivare all’analisi di dettaglio della marginalità effettiva sul singolo articolo venduto». L’innovazione tecnologica è una costante in PFG, che, dopo aver rilasciato le proprie App per iPhone e iPad, non nasconde di voler adottare applicazioni mobile per la BI in tempo reale.

da Datamanager Ottobre 2011

Lascia un commento